13 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Dalle Molinette uno studio sul rapporto tra Dna e trapianti del fegato

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

Quali sono le relazioni tra Dna e trapianto di fegato? Uno studio che arriva dall’ospedale Molinette di Torino, curato da Antonio Amoroso e Renato Romagnoli, ha analizzato l’esito di circa mille trapianti di fegato eseguiti in un periodo di dieci anni. I due studiosi si sono concentrati sui casi di quei pazienti colpiti da cirrosi epatica associata al virus dell’epatite C.(Hcv).

Si è riscontrato come per il 40% di questi pazienti il quadro che emerge non sia dei migliori per i forti rischi di ricadute per infezioni legate al nuovo fegato. Lo studio ha identificato come una fascia di questi pazienti sia particolarmente svantaggiata quando persiste la combinazione di due varianti genetiche alla base dell’infezione sul nuovo fegato e della perdita precoce del trapianto.

Il quadro definito dai due esperti della Città della Salute e della Scienza potrà comunque aprire le porte nuove soluzioni per sviluppare le contromisure a tutela di questi pazienti particolarmente svantaggiati. Si è prospettato in tal senso il ricorso a un tempestivo trattamento con nuovi farmaci anti-Hcv ad azione diretta. Oltre i fattori genetici è stato evidenziato come le probabilità di successo di un trapianto dipenda anche dalla qualità del centro, dall’esperienza del team chirurgico e dal numero di interventi eseguiti ogni anno.

Su questo fronte Il Centro trapianti di fegato dell’ospedale torinese, diretto da Mauro Salizzoni dal 1990, è all’avanguardia: ha effettuato 2.837 i trapianti con una probabilità di successo a 5 anni pari all’80%.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano