2.4 C
Torino
venerdì, 22 Gennaio 2021

Covid, Ricca (Lega): “Buoni taxi promessi ma mai partiti”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“I buoni taxi non sono mai partiti. Perché il Governo non aiuta la categoria e i destinatari? Basta promesse”. A prendere posizione su tema è il capogruppo della Lega al Comune di Torino, Fabrizio Ricca, che ha discusso oggi in Consiglio un’interpellanza sull’argomento alla quale l’assessora ai Trasporti Maria Lapietra ha risposto che le amministrazioni locali “stanno ancora aspettando un provvedimento ufficiale dal ministero e come gruppo Anci abbiamo dunque chiesto che le corse cofinanziate possano essere utilizzate fino all’estate. Intanto – ha aggiunto – abbiamo già attivato una procedura per individuare gli aventi diritto”.

Ricca ricorda che “il decreto Agosto aveva aumentato, sulla carta, da 5 a 35 milioni i fondi stanziati per l’erogazione dei voucher per permettere alle categorie che ne hanno necessità di prendere taxi e Ncc. Al momento ci troviamo però davanti a un annuncio a cui non sono seguiti fatti e questa lentezza ha due effetti negativi: il primo è che categorie come i taxisti devono rinunciare a una iniziativa che porterebbe lavoro, il secondo che si preclude uno strumento utile per spostarsi a tante categorie. Il Governo si deve attivare in fretta su questi punti – sollecita – e deve spiegarci perché ancora non è stato fatto nulla”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano