16.9 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Cos’è e quando si effettua uno sbiancamento dentale?

Più letti

Nuova Società - sponsor

Chi non ama un sorriso smagliante e bianco? Lo sbiancamento dei denti è una delle procedure dentistiche più richieste ed eseguite ogni anno. Nel tempo, bere caffè, vino rosso, fumare sigarette o il semplice invecchiamento possono compromettere la luminosità dei nostri denti.

Lo sbiancamento in uno studio dentistico professionale permette di schiarire il colore dei denti tramite l’utilizzo di agenti sbiancanti a base di perossido. Se i sistemi domestici contengono dal 3% al 20% di perossido (carbammide o perossidi di idrogeno), i metodi professionali possono anche superare il 40% di perossido.

Come avviene lo sbiancamento?

Lo sbiancamento dentale è un trattamento estetico altamente conservativo, con un favorevole rapporto costi-benefici, che consente l’eliminazione di tutti i componenti organici responsabili delle pigmentazioni che macchiano i denti. Tutti i prodotti per lo sbiancamento dei denti contengono perossido, sotto forma di perossido di carbammide (CP) o perossido di idrogeno (HP).

Il trattamento per lo sbiancamento dei denti generalmente inizia con una consultazione con il dentista. È importante che il tuo dentista esegua un controllo approfondito per determinare quale tipo di trattamento è il migliore per le tue esigenze e desideri individuali.

Lo sbiancamento professionale può essere eseguito nello studio di un dentista in circa un’ora. La procedura prevede l’applicazione di un gel protettivo, in grado di formare un vero e proprio “scudo” su gengive e parti molli, per proteggerli dagli effetti dello sbiancamento. Verrà poi applicato lo sbiancante dentale contenente tra il 25% e il 40% di perossido di idrogeno, sul quale poi viene puntata una speciale lampada riscaldante per tre intervalli di 20 minuti, con riapplicazione del gel tra gli intervalli. In questa procedura possono essere utilizzati diversi tipi di luce, i più comuni sono alogena, LED o arco plasma.

Alcuni dentisti possono anche utilizzare un laser, che accelera o attiva il processo di sbiancamento. Durante la procedura di sbiancamento viene utilizzata una barriera protettiva per tenere le labbra, le gengive e la lingua lontane dal gel sbiancante in modo che rimanga in posizione sui denti. Per risultati ottimali, il dentista di solito ti fornirà mascherine sbiancanti modellate per i tuoi denti in modo che tu possa proseguire a casa con soluzioni sbiancanti. Si raccomanda di evitare di fumare, bere vino rosso, mangiare o bere cibi molto colorati dopo questo poiché i denti possono macchiarsi notevolmente subito dopo il trattamento.

Di solito sono necessarie dalle tre alle quattro sessioni, ciascuna della durata di circa 30-60 minuti, per ottenere il colore desiderato. Una tecnica più recente, chiamata power bleaching, utilizza una forma altamente concentrata di perossido di idrogeno come agente schiarente. Questo metodo può fornire risultati in una sola sessione. Lo sbiancamento è temporaneo, tuttavia. I tuoi denti si scuriranno di nuovo entro uno o tre anni e potrebbe essere necessario ripetere la procedura.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano