9.2 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Coronavirus, viola il divieto per fare sesso con un gigolò, ma non lo paga. Multato

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Nonostante il lockdown, non tutti riescono a tenere a freno i propri bisogni sessuali. Come è accaduto ad un 50enne di Reggio Emilia, il quale non ha resistito e ha contattato un gigolò per concordare una prestazione da 450 euro, il Primo Maggio a Campagnola Emilia.

Ma dopo un pomeriggio di sesso l’uomo non avrebbe pagato. Così lo gigolò si sarebbe impossessato del portafoglio e del telefono cellulare del cliente.

Dopo un’ora gigolò e cliente sono finiti in caserma, davanti ai carabinieri, l’uno per denunciare l’altro e viceversa. Il 50enne voleva indietro portafogli e cellulare, mentre il gigolò i 450 euro pattuiti.

Ai militari non è restato che far restituire portafoglio e cellulare all’uomo, al quale però è stata sanzionata una multa da 400 euro per essersi spostato in altro comune senza un motivo valido.

Tanto vale pagare il gigolò, magari chiedono uno sconto.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano