1 C
Torino
giovedì, 27 Gennaio 2022

Coronavirus, Lettera 150: “Tamponi di massa per salvare fase 2”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Tamponi di massa perché la riapertura dopo il lockdown non sia effimera e per salvare centinaia di migliaia di aziende e milioni di posti di lavoro: è l’appello rivolto alle autorità nazionali e regionali dall’immunologo Andrea Crisanti, dell’Università di Padova, dal presidente della Fondazione David Hume, Luca Ricolfi, e dal giurista Giuseppe Valditara, dell’Università di Torino, e sottoscritto da Lettera 150, l’associazione che riunisce i 150 docenti sostenitori della riapertura in sicurezza.

“Se vogliamo che la imminente riapertura non sia effimera, se vogliamo evitare la chiusura di centinaia di migliaia di aziende, se vogliamo che milioni di lavoratori non perdano il posto di lavoro, occorre cambiare rotta. Bisogna iniziare subito a fare tamponi di massa” si legge nell’appello. “E’ ora di agire”, rilevano i firmatari, perché “il tempo è poco e i rischi sono grandissimi”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano