20.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Coronavirus, Caucino, Youpol un’app per non lasciare donne sole

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

In Piemonte sono attivi tutti i Centri antiviolenza ed è operativa la app Youpol destinata alle donne che volessero fare una denuncia. Lo sottolinea l’assessore alle Pari Opportunità della Giunta Cirio, Chiara Caucino. “In queste settimane di emergenza sanitaria – dice Caucino – la Regione non dimentica le donne che vivono situazioni drammatiche e di violenza domestica. Tutti i Centri antiviolenza sono operativi, invito a rivolgersi a queste strutture senza alcun problema”.

“Consapevole che in questo momento di convivenza forzata sia più facile alterare gli equilibri tra le mura domestiche – aggiunge – ho accolto con grande plauso l’iniziativa della Polizia di Stato che attraverso la app Youpol permette di segnalare, anche in forma anonima, la violenza e di trasmettere in tempo reale immagini e messaggi agli operatori. Il dispositivo, già destinato a denunciare bullismo e droga nelle scuole, è facilmente installabile su smartphone e tablet e le segnalazioni sono automaticamente geo-referenziate, ma è possibile modificare il luogo. Si possono inoltre fare chiamate direttamente al numero di emergenza”. “Ricordo – aggiunge- che è anche possibile rivolgersi al numero di pubblica utilità 1522 oppure a al numero unico di emergenza 112”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano