17 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Come si gestiscono le giacenze di un magazzino 

Più letti

Nuova Società - sponsor

Alle aziende moderne, soprattutto quando operano nel settore del retail, viene chiesta una precisione che, anni addietro, sarebbe stata impossibile da conquistare. Di sicuro, una delle ragioni per le quali le imprese hanno alzato talmente le asticelle in termini di performance è relativa all’avvento della tecnologia che, se da una parte ha reso più peculiari le esigenze della clientela e più competitivi i mercati, dall’altra ha messo a loro disposizione degli strumenti sempre più innovativi e performanti con i quali poter gestire al meglio i diversi aspetti del fare azienda. 

È anche alla luce di questi presupposti che, oggi, le conseguenze di eventuali errori risultano amplificate, soprattutto in ambito logistico. All’interno dei magazzini, effettuare previsioni imprecise, effettuare acquisti eccessivi o riscontrare poche vendite, infatti, potrebbe essere altamente deleterio. Naturalmente nei magazzini di una certa dimensione è necessario avvalersi di strumenti di tracciamento automatici che per mezzo della lettura dei barcode (che si possono stampare online tramite i servizi messi a disposizione da aziende come Labeljoy) rendono il processo di gestione delle giacenze molto più rapido e sicuro. 

Insomma, gestire in maniera erronea un inventario – senza servirsi di strumenti come quello sopracitato – può arrecare conseguenze anche madornali per il proprio business. Basti pensare che – soprattutto tra le piccole imprese che operano online – si fa molto uso del dropshipping, tecnica e-commerce con la quale poter scavalcare lo step della gestione di magazzino. Ovviamente, un’azienda che intende espandersi e avere successo all’interno del suo paradigma non può permettersi di continuare ad usare metodi entry level – per così dire – o, comunque, di non alzare mai il livello del servizio e dei prodotti che offre. Per questa ragione, risulta fondamentale sviluppare consapevolezza anche nei confronti della gestione delle giacenze di magazzino, in modo da ottimizzarle, se si intende incrementare il cash flow. Scopriamo come nelle prossime righe. 

Rimanenze di magazzino: ecco che cosa sono e cosa serve sapere 

La prima cosa che occorre comprendere, soprattutto quando si muovono i primi passi all’interno di un settore del genere, è cosa sono le giacenze di magazzino. È bene sottolineare che la presenza di qualche rimanenza, in maniera misurata, può favorire la produzione e l’evasione degli ordini, specie quando la domanda è sostenuta. Quando le rimanenze cominciano ad aumentare, però, la situazione può complicarsi. Soprattutto con determinate tipologie di prodotti, poi, si può rischiare l’obsolescenza degli stessi o la loro scadenza e, questo, può comportare delle perdite. Dal punto di vista tecnico, dunque, le rimanenze di magazzino sono dei beni destinati alla vendita o utili a creare i prodotti da vendere che rimangono in giacenza alla chiusura dell’esercizio. Tra le giacenze si possono trovare: materie prime o sussidiarie, prodotti in corso di lavorazione, semilavorati, merci e prodotti finiti

Come diminuire le rimanenze di magazzino 

In questo frangente e, soprattutto per un business che si avvicenda anche in ambito logistico per la prima volta, è importante sottolineare come uno snellimento generale della storage area rappresenti quasi uno step necessario. Al di là di questo, però, si può agire su fronti diversi per migliorare le stime sulla domanda. Vi consigliamo, dunque, di acuire le stime sulla domanda, ricavando numeri precisi sugli esercizi fiscali precedenti in maniera da stimare accuratamente la quantità di beni da tenere in inventario. 

Occorrerà anche ottimizzare e rivalutare la scorta di sicurezza, ossia quella con cui poter sopperire ad un eventuale aumento oltre media della domanda. Per quanto possa rappresentare una perdita, poi, sbarazzarsi dello stock obsoleto è fondamentale per diminuire i costi di gestione. Vi consigliamo, inoltre, di implementare la risposta in output verso il cliente, riducendo i tempi di consegna e semplificando il procedimento per gli ordini. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano