9.2 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Città metropolitana: il sindaco Lo Russo ha scelto la squadra

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il sindaco metropolitano di Torino Stefano Lo Russo ha scelto la squadra di amministratori locali che insieme a lui guideranno la Città metropolitana di Torino.

“Le diverse competenze ed esperienze dei consiglieri metropolitani delegati rappresenteranno un valore aggiunto importante per guidare al meglio la Città metropolitana di Torino”: dichiara il sindaco Stefano Lo Russo. “Grazie ai fondi del PNRR – prosegue – avremo le risorse economiche per supportare il territorio e gli Enti locali progettando insieme la ripartenza: l’ascolto delle istanze della comunità sarà la base di partenza per dimostrare che la Città metropolitana c’è ed è vicina ai Comuni anche ai più piccoli. Abbiamo – sottolinea – di fronte sfide importanti e il livello metropolitano è l’ambito territoriale giusto per affrontarle e creare sviluppo”.

I consiglieri delegati sono tre uomini e tre donne, sindaci e consiglieri comunali.

Mercoledì 12 gennaio alle ore 11, nel corso della seduta di insediamento e convalida dei 18 consiglieri metropolitani eletti il 19 dicembre scorso, il sindaco Lo Russo illustrerà al nuovo Consiglio metropolitano le deleghe assegnate a sei componenti della lista di centrosinistra ‘Città di Città’.

Il sindaco metropolitano gestirà direttamente le deleghe ad affari istituzionali, affari legali e avvocatura, comunicazione e promozione, coordinamento del PNRR, relazioni e progetti europei ed internazionali e risorse umane.

Come vicesindaco metropolitano con deleghe a lavori pubblici, gare e contratti, infrastrutture, sviluppo montano, patrimonio, partecipate, assistenza Enti locali, rapporti con il territorio e i cittadini è stato designato Jacopo Suppo, sindaco di Condove (Comune con 4600 abitanti appartenente alla zona omogenea 6 Valli di Susa e Val Sangone).

Sonia Cambursano, sindaca di Strambino (Comune del Canavese con 6200 abitanti appartenente alla zona omogenea 9 Eporediese) le deleghe a sviluppo economico, attività produttive, turismo, pianificazione strategica.

Caterina Greco consigliera comunale di Torino le deleghe a bilancio, istruzione, sistema educativo, orientamento, rete scolastica e infanzia,

Valentina Cera consigliera comunale di Nichelino le deleghe a politiche giovanili, politiche sociali e di parità, tutela e promozione lingue madri, biblioteca storica.

Pasquale Mazza sindaco di Castellamonte (Comune del Canavese con poco meno di 10mila abitanti appartenente alla zona omogenea 8 Canavese occidentale ) le deleghe a pianificazione territoriale e difesa del suolo, trasporti, protezione civile.

Gianfranco Guerrini sindaco di Vinovo (Comune di 15mila abitanti appartenente alla zona omogenea 3 Torino sud) le deleghe ad ambiente e vigilanza ambientale, risorse idriche e qualità dell’aria, tutela flora e fauna, parchi e aree protette, sistema informativo e provveditorato

Come capogruppo della lista di centrosinistra Città di Città in Consiglio metropolitano è stata individuata Rossana Schillaci, capogruppo del PDal Comune di Venaria.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano