18.6 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Icardi replica a Piastra sull’ospedale di Settimo: “Irrinunciabile, ma gestito male”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“Non ho cambiato idea. L’ospedale di Settimo è irrinunciabile”. Così l’assessore alla Sanità del Piemonte, Luigi Icardi, sulle polemiche sollevate dalla sindaca di Settimo, Elena Piastra.

“La verità – prosegue – è che la gestione è stata disastrosa. Spiace che la sindaca di Settimo non ne voglia prendere atto, continuando a contestare le conclusioni del gruppo di valutazione tecnico che nel luglio scorso ha chiaramente affermato come non sussistana le condizioni per trasformare la gestione sperimentale in gestione ordinaria”.
“La Giunta regionale – afferma Icardi – non poteva fare altro che prenderne atto, come invece finge di non sapere la sindaca, dimenticandosi tra l’altro la responsabilità del Comune che per anni ha espresso l’ad della società di gestione dell’ospedale.
La chiusura della sperimentazione e la conseguente messa in liquidazione della società sono stati atti previsti dal Codice Civile, conseguenti all’esito delle valutazioni tecniche che li hanno resi inevitabili. Così come è un atto dovuto anche la prima manifestazione di interesse esperita per sondare il mercato in merito all’eventuale acquisizione della struttura da parte di un soggetto pubblico o privato”.
“Ma la decisione – rimarca Icardi – assolutamente non contraddice la disponibilità della Regione a prendere in carico l’ospedale tramite l’Asl To4, né comporterebbe alcun detrimento in termini di qualità delle cure in caso di cessione a terzi della gestione della struttura, soggetta ai rigorosi standard di accreditamento regionale”.
“La Regione – assicura l’assessore alla Sanità – sta seguendo con la massima attenzione l’iter di liquidazione della società, ribadendo l’irrinunciabilità della struttura. Altrettanta collaborazione sarebbe auspicabile da parte della sindaca di Settimo”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano