18.6 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Ci mancava solo il complotto. Interpellanza dalla “3”: dietro Appendino e consiglieri M5s ci sono i poteri forti?

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di A.D.

Più che un’interpellanza si tratta di una sorta di affermazione (un sospetto) quella che due consiglieri della circoscrizione 3 hanno indirizzato alla presidente Francesca Troise.

Gavino Olmeo della lista “Moderati per Fassino” e Marco Casciola di “Progetto Torino” chiedono che la Troise assuma «urgentemente informazioni per rassicurare i cittadini della III Circoscrizione che gli Assessori della Giunta Comunale e i Consiglieri Comunali del gruppo del M5s non siano sottoposti ad alcuna coercizione, da parte dei cosiddetti poteri forti, che li costringano così frequentemente a smentire se stessi».

Proprio così: secondo i due consiglieri potrebbe esserci qualcuno dietro amministrazione e maggioranza a manovrare i fili.

E per chiedere di verificare il diabolico piano, Olmeo e Casciola constatano tre punti: il dietrofront da parte dei consiglieri comunali M5s sugli onori di urbanizzazioni, le affermazioni e poi le smentite dell’assessora Lapietra per quanto concerne l’aumento delle tariffe e infine l’annuncio e poi la retromarcia sullo sgombero del centro sociale Gabrio dell’assessore Rolando.

Ora toccherà alla Troise il compito di informarsi su quanto avvenuto e se i (molto presunti) poteri forti effettivamente stanno comandando la città.

Che dire: ci mancava solo il complotto.

circ3

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano