12.7 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Carcere Novara: Osapp, tovato cellulare nell’apparecchio per respirare

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Durante una perquisizione di routine è stato scoperto dagli agenti della Polizia Penitenziaria nel carcere di Novara un micro telefono cellulare occultato nel filtro della macchinetta cipap, dispositivo che aiuta a respirare per le apnee notturne. Accusato del possesso dell’apparecchio un detenuto italiano 49enne.

A darne notizia l’Osapp: “Da tempo – sottolinea il segretario generale Osapp Leo Beneduci in una nota – denunciamo che la situazione delle carceri è fuori controllo e che le stesse sono diventate dei veri e propri call center abusivi. E’ sempre più difficile operare negli istituti penitenziari per l’aumento della popolazione detenuta e per l’assenza di concreti interventi dell’Amministrazione penitenziaria Centrale – conclude Benucci – la polizia penitenziaria è sempre più sola e abbandonata a se stessa con una gravissima carenza di organico. Ci auguriamo che gli attuali vertici diano un segnale concreto”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano