14 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Bilancio partecipativo, Appendino: “Via alla sperimentazione”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

La sindaca di Torino è intervenuta durante la seduta odierna del Consiglio comunale sul tema del bilancio partecipativo, rispondendo a un’interpellanza presentata dai Stefano Lo Russo, Eleonora Artesio e Francesco Tresso.

La prima cittadina ha dichiarato come sia «intenzione, da parte della nostra Amministrazione, procedere con la sperimentazione del Bilancio Partecipativo, confermando le risorse stanziate negli anni precedenti».

«Venerdì scorso – prosegue Appendino – durante l’incontro con i presidenti di Circoscrizione sul tema, si è parlato della Circoscrizione 8 quale area cittadina interessata al proseguo della sperimentazione dopo i buoni esiti nella Circoscrizione 7 nel 2014 e nella Circoscrizione 1 lo scorso anno. Si tratta dunque di un percorso che stiamo avviando ed è nostra intenzione confrontarci con il Consiglio comunale nel metodo e nella scelta del luogo».

Sottolinea le intenzioni della giunta anche Serena Imbesi, vicepresidente in Sala Rossa: «Il Bilancio Partecipativo è uno strumento rilevante, utile alla partecipazione dei cittadini nella vita pubblica della Città. La richiesta è che possa avviarsi un’analisi dettagliata per capire quali quartieri e zone cittadine hanno una maggiore esigenza di progetti e sperimentazioni per questo strumento».

La consigliera Artesio, firmataria dell’interpellanza, si dice soddisfatta, ma con riserva: «Si prosegua con il progetto e con il rapporto diretto sul tema con le  Circoscrizioni. Siamo giunti alla terza sperimentazione ed ora sarebbe bene rendere strutturale il processo sul tema. Forse è limitante pensare soltanto ad una terza Circoscrizione: non potranno essere invocati problemi di natura finanziaria dell’Amministrazione comunale per ampliare ulteriormente le applicazioni e i positivi esempi del Bilancio partecipativo».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano