16.4 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Assolto l'ex city manager Vaciago: non truccò il concorso

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Soddisfazione per la sentenza ma rabbia per i mesi in trascorsi sotto inchiesta. Così l’ex city manager Vaciago ha espresso soddisfazione per l’assoluzione dall’accusa di abuso d’ufficio in relazione a un concorso da dirigenti del luglio 2010.
Secondo il giudice infatti il fatto non sussiste. E viene così respinta l’accusa formulata dal pm Cesare Parodi secondo il quale Vaciago avrebbe pilotato il concorso per promuovere personale degli assessori già assunti con la Bassanini.
«Sono contento per questa sentenza. E’ giusta e bella. Ma non può cancellare il dolore per quei ventuno meritevoli dirigenti che alla fine non vennero assunti. La sentenza del Consiglio di Stato che annullò l’esito del concorso è stata la pagina più triste di tutta la mia carriera professionale» ha commentato Vaciago per il quale la procura aveva chiesto una condanna a sei mesi.
Soddisfazione anche dal presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e all’epoca dei fatti al centro dell’indagine sindaco di Torino: «L’assoluzione di Cesare Vaciago è una piacevole notizia: non ho mai avuto dubbi sulla serietà. la professionalità e l’impegno con cui per anni ha retto le sorti organizzative del Comune».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano