8.6 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

Allasia: “Accuse di scambio politico-mafioso a Bra è fatto grave”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Stefano Allasia commenta la notizia che ha coinvolto la città di Bra, dove un’inchiesta giudiziaria ha portato all’arresto di dodici persone appartenenti alla ‘ndrangheta e in cui sarebbe coinvolto anche il mondo politico locale. 

Il fatto che Massimo Borrelli, un ex-assessore che si è appena dimesso, del Comune di Bra in quota Pd sia indagato con l’accusa di voto di scambio politico-mafioso, lo ritengo un fatto grave, come anche da indiscrezioni stampa, del possibile coinvolgimento nell’inchiesta dell’ex assessore della Giunta Bresso Bruna Sibille” ha affermato Allasia.

“Delle intercettazioni infatti, il boss Salvatore Luppino si vanterebbe di aver portato pacchetti di voti al Partito Democratico alle ultime elezioni Regionali. Auspico che la magistratura accerti velocemente eventuali responsabilità, in modo da chiarire rapidamente una vicenda dai contorni torbidi. Davanti a fatti del genere non ci possono essere ambiguità” ha concluso il presidente del Consiglio Regionale piemontese.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano