13.8 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Aldo Moro, 40 anni fa. Una testimonianza

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La notizia si diffuse in un lampo sul mio luogo di lavoro. Così veloce che in un istante appartenne a tutti. Non ci volle molto a dichiarare lo sciopero, seguendo le indicazioni di Cgil Cisl e Uil.

Ci si ritrovò in una quarantina, uno su cinque dei dipendenti, lungo la strada che portava in piazza San Carlo dov’era stata annunciata la reazione di protesta contro il sequestro che passo dopo passo era diventato anche l’omicidio dei cinque uomini della scorta del presidente della Dc.

Non ho memoria nitida dei discorsi. Ma sono immaginabili. Si era sconvolti. Torino era sconvolta. Il processo ai capi storici delle Brigate rosse, ai Curcio, ai Franceschini, si era appena iniziato. Ma la faticosa e tormentata apertura delle assise era stata preceduta un lungo e crudele necrologio scritto dal terrorismo.

Dal piombo dei brigatisti rossi erano stati falciati nel 1977, ad aprile, il presidente dell’Ordine forense Fulvio Croce, e a novembre il condirettore de La Stampa Carlo Casalegno. E pochi giorni prima dell’azione criminale in via Fani, il 10 marzo, alla fermata del tram n. 7 in largo Belgio, la colonna torinese delle Br al comando del futuro pentito Patrizio Peci, aveva straziato a colpi di pistola la figura di uno dei servitori dello Stato più capaci nella lotta al terrorismo, il maresciallo di pubblica sicurezza Rosario Berardi.
Con queste immagini nella testa si arrivò in piazza San Carlo. E il pensiero piu importante sembrò a tutti di esserci, di essere uniti. Ma nessuno si prefigurava il sangue che si sarebbe ancora versato a Torino negli anni successivi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano