19.4 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Al via i preparativi per l’estate torinese

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Approvato dalla giunta comunale l’avviso pubblico per la presentazione dei progetti estivi. Dopo l’esperienza positiva dell’anno scorso, l’amministrazione dà il via alla fase preparatoria dell’organizzazione degli eventi estivi 2020 sul territorio cittadino. «L’obiettivo – spiega l’assessore alla cultura Francesca Leonè quello di valorizzare i quartieri della città attraverso attività culturali e di intrattenimento. Per permettere questo, il Comune di Torino ha previsto un finanziamento pari a 90˙000 euro».

Dopo aver esaminato i progetti, infatti, una commissione stilerà la graduatoria e i primi sette classificati otterranno un sostegno compreso tra un minimo di 5mila euro e un massimo di 25mila euro, non superiore però al 50% del totale dei costi previsti da business plan allegato al progetto. Considerati i risultati della graduatoria definitiva, l’importo del sostegno finanziario sarà calcolato in proporzione al punteggio ottenuto entro il limite delle risorse totali a disposizione. Se dovesse crearsi un avanzo rispetto alle risorse disponibili, lo stesso verrà ripartito, scorrendo la graduatoria definitiva delle proposte idonee. Nel caso di avanzo rispetto alle risorse a disposizione eventuali importi saranno destinati al finanziamento di una campagna di comunicazione del progetto. Per la parte aggregativa e culturale delle manifestazioni è prevista l’esenzione totale della C.O.S.A.P. mentre, nelle aree utilizzate per le attività commerciali, sarà concessa una riduzione del 60%. Come spiega l’assessore alle politiche giovanili Marco Giusta «Il budget di quest’anno è maggiore rispetto a quello dell’anno precedente, inoltre verrà prestata attenzione anche agli organizzatori che non rientreranno tra i primi sette, i quali potranno godere di agevolazioni anche senza il contributo». Particolare attenzione verrà riservata all’aspetto ambientale «Tra i criteri che verranno valutati dalla commissione abbiamo inserito anche quello dell’impatto ambientale – spiega l’assessore all’ambiente Alberto Unia – verranno preferiti gli eventi che presteranno maggiore attenzione al limitato utilizzo della plastica e di risorse inquinanti. Inoltre abbiamo riservato libera scelta delle aree agli organizzatori, l’amministrazione si occuperà poi dell’approvazione». Il bando per le Manifestazioni estive 2020 è disponibile sul sito del comune di Torino, dove resterà aperto fino al 16 marzo 2020.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano