15.9 C
Torino
giovedì, 9 Aprile 2020

“Foiba rossa” nelle scuole piemontesi, la distribuzione del fumetto affidata ad associazioni degli esuli

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Buoni spesa Torino, ecco il link per fare la richiesta online

Come aveva annunciato previsto la sindaca Chiara Appendino ci sono stati dei problemi iniziali dovuti alle troppe entrate nel sito predisposto per la richiesta...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Incendio in centro a Torino, in fiamme un negozio di fiori (VIDEO)

Le fiamme hanno avvolto il negozio di fiori sintetici, in via Santa Teresa, in pieno centro a Torino. A pochi metri da un supermercato....

Coronavirus, Caucino rettifica i dati su Rsa. Grimaldi (LUV): “Come possiamo fidarci di questo dilettantismo?”

"Ieri l'Assessora Caucino ha comunicato che i 3000 tamponi nelle RSA avevano dato 1300 risultati positivi, oggi, ha cambiato idea e, in base alla...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Maurizio Marrone, consigliere regionale di Fratelli d’Italia ironizza sul presidio di Rifondazione Comunista, organizzato per contestare la decisione di distribuire nelle scuole del Piemonte il fumetto “Foiba Rossa”.

«La protesta organizzata da Rifondazione Comunista davanti a Palazzo Lascaris è al limite del grottesco: se sono solo quattro residuati bellici sovietici a scendere in piazza contro le nostre iniziative, quali la distribuzione del fumetto Foiba rossa nelle scuole piemontesi e la revoca delle borse di studio agli antagonisti responsabili delle violenze in Università, allora ringraziamo i compagni di rifondazione per spronarci a tirare dritto», spiega Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte.

«Intanto però li denunciamo tutti penalmente per negazionismo, insieme a quanti in questi giorni sui social, nei Consigli comunali e dagli organi di informazione, hanno negato la vera natura di genocidio dello sterminio attuato nelle foibe contrastando il Giorno del ricordo: il reato, secondo la legge 116/2016, riguarda oltre alla Shoah anche i crimini di genocidio, i crimini contro l’umanità e i crimini di guerra. A sinistra faranno bene a capire che non hanno alcuna licenza d’odio».

Continua Marrone: «Sappiano questi sparuti e ingrigiti nostalgici che il progetto per ricordare Norma Cossetto nelle scuole procede, tanto che abbiamo concordato con l’assessore Elena Chiorino di affidare alle associazioni di esuli giuliani e dalmati la distribuzione di Foiba rossa nelle scuole, esattamente come in Regione Veneto, così da poter far raccontare il dramma degli infoibati dai diretti testimoni di quel drammatico genocidio anti italiano che oggi qualcuno vorrebbe ancora negare».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Coronavirus, in Piemonte, salgono le guarigioni. 68 i decessi

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test...

L’assessore Icardi: “Nessun caso Piemonte, la curva dei contagi è in calo”

Non c'è nessuno caso Piemonte. L'assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi mette a tacere le voci che volevano il Piemonte in peggioramento nei numeri...

Droni in volo a Torino per evitare le scampagnate di Pasquetta

Sopra i giardini e i parchi di Torino si alzeranno in volo i droni dei carabinieri e della polizia municipale. Obiettivo segnalare le scampagnate...

Coronavirus, 800 mila euro per le famiglie torinesi in difficoltà

La sindaca di Torino, Chiara Appendino ha annunciato l'approvazione di una delibera in cui vengono messi a disposizione 800 mila euro per l'emergenza Coronavirus:...

Incendio in un negozio in centro a Torino, clochard salva titolare (VIDEO)

Ha riportato solo una ferita alla mano la titolare del negozio di fiori di via Santa Teresa, in pieno centro a Torino, dove questa...
- Advertisement -Nuova Società - sponsor