14.1 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Agenda 2031: centrosinistra al lavoro per il programma. Valle: “Collaboriamo tutti per il futuro di Torino”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Rosanna Caraci
Rosanna Caraci
Giornalista. Si affaccia alla professione nel ’90 nell’emittenza locale e ci resta per quasi vent’anni, segue la cronaca e la politica che presto diventa la sua passione. Prima collaboratrice del deputato Raffaele Costa, poi dell’on. Umberto D’Ottavio. Scrive romanzi, uno dei quali “La Fame di Bianca Neve”.

Centrosinistra al lavoro per elaborare un focus sui temi portanti della vita della città, punti programmatici da consegnare al proprio futuro candidato sindaco. Sono tredici gli argomenti da approfondire in altrettanti tavoli: sviluppo, mondo, digitalizzazione, disegnare la città, mobilità, ambiente, macchina comunale, area metropolitana, capitale umano, comunità, cultura, sport, salute.

Dal lavoro al turismo e all’internazionalizzazione della città, dalle start-up al migliore sviluppo degli spazi urbani e dei beni comuni, dalle periferie al trasporto pubblico e alla mobilità dolce, dalla scuola e la digitalizzazione al digital divide e le comunità montane: ogni tema cluster della città sarà ispezionato e approfondito in tutte le sue declinazioni. Lo scopo è compilare e arricchire di proposte e strategie l’agenda 2031 di Torino perché sia un decennio di sviluppo che abbia come base la concertazione e il pensiero delle parti politiche del centrosinistra, della società civile, degli attori della città.

Il lavoro sul programma viene realizzato con il tavolo, coordinato da Daniele Valle del Partito Democratico, composto da Elisa Campra (Monviso), Angela Plaku (Verdi – Europa Verde), Elena Apollonio (Demos Democrazia Solidale), Nicoletta Daldanise (Capitale Torino), Alessio Sanna (Progetto Torino), Francesca Druetti (Possibile), Marco Cavaletto (+Europa), Carlotta Salerno (Moderati), Matteo Cantamessa (Art. 1 – MdP), Francesco Astore (Laboratorio Civico), Pino Acquafresca (Centro Democratico), Nadia Conticelli (Partito Democratico), Elena Chinaglia (Sinistra Italiana), Alessia Cerchia (Italia Viva).


Si inizia giovedì 17 dicembre alle ore 21 con lo Sport; lunedì 21 alle ore 18 verrà approfondito il tema Istruzione e domenica 27 alle ore 18 il primo tavolo sulla Cultura che proporrà un focus su librerie, biblioteche, editoria, istituti.

Abbiamo costituito un tavolo dedicato al lavoro sul programma, con la presenza costante di ciascuna delle forze politiche che compone la coalizione. Insieme abbiamo individuato dei temi su cui lavorare, che sono tredici e rappresentano i grandi temi su cui si articola l’amministrazione di un comune” – spiega il coordinatore e consigliere regionale del Partito democratico Daniele Valle – .Ciascuno di questi temi sarà coordinato i modo da avere uno o più incontri. Di ciascun partito parteciperanno i militanti, i segretari, e gli esperti di quella materia che potranno portare un contributo, favorendo un confronto profondo affinché possa essere elaborata una proposta programmatica”

Tutti i dibattiti saranno pubblici: vi si potrà assistere dal canale youtube AgendaTorino2031, rilanciato dai social delle diverse forze che costituiscono le forze della coalizione.

Naturalmente il cittadino che partecipa può commentare e dire la propria attraverso i commenti o inviare una mail a un indirizzo dedicato – precisa Valle – . Ogni tavolo si svolgerà in base a come si sceglierà di approfondire il tema. Ad esempio quello dello sport avrà un solo appuntamento, mentre la cultura si irradierà su più incontri, ciascuno dedicato a una particolare declinazione del settore. Molti saranno anticipati da una bozza di documento, in modo che si possa lavorare insieme su un incipit da arricchire”.

Una mail è a disposizione per raccogliere contributi: partecipa@agenda2031.it

L’obiettivo degli incontri che si terranno tra dicembre e febbraio, è arrivare con una raccolta di punti programmatici della coalizione per il programma del candidato sindaco del centrosinistra. Un focus sulla città, i suoi bisogni e le sue proposte per soddisfarli.

Vogliamo cominciare a scrivere il programma abbondantemente in anticipo rispetto all’appuntamento elettorale, e quindi avere il tempo di confrontarci anche con la società civile – aggiunge Valle – evitando quelle che a ridosso della scadenza elettorale sarebbero vissute come passerelle. Avendo più tempo, possiamo ascoltare più voci, dando occasione a tutti di collaborare”.

Preparare al candidato sindaco del centrosinistra la strategia di azione per Torino e per il suo futuro, prossimo ma non solo. Dentro la crisi causata dalla pandemia, la scelta della società attuale e della politica è tra il cedere alla retrotopia, cercando nel passato il conforto di ricette già collaudate ma spesso non più efficaci, e l’elaborazione di nuovi paradigmi guardando al futuro, senza temerne l’incognita ma anzi cogliendone l’occasione per creare qualcosa di assolutamente nuovo.

La crisi del coronavirus sarà sempre presente nelle nostre elaborazioni, perché ovviamente sono temi su cui l’epidemia ha battuto in modo pesante – sottolinea Daniele Valle – Sarà qualcosa che tornerà in tutte le riflessioni”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano