15.5 C
Torino
domenica, 26 Settembre 2021

AAA Ambientalista cercasi per il centrosinistra

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il giorno dopo l’addio dei Verdi alla coalizione del centrosinistra c’è chi è già pronto a rimpiazzare il vuoto lasciato dal partito e a riscoprire la propria vena ambientalista. 

E’ il caso di Igor Boni, già candidato alle primarie con i Radicali, che ci tiene a ricordare all’aspirante sindaco Stefano Lo Russo il suo ambientalismo. “Durante un intero anno di campagna ho messo sempre al primo posto il progetto di una nuova Torino sostenibile, una città che sappia riprogettarsi nel nome di una riconversione di stampo ambientale, per ridurre gli effetti dei cambiamenti climatici sui cittadini e per contribuire alla costruzione di un nuovo modello di città, di area metropolitana, che sappia consumare meno energia, che conservi le risorse naturali, che abbia maggiore consapevolezza sui rischi che stiamo correndo” spiga Boni. 

Il Radicale non manca di attaccare gli ex alleati della coalizione: “Con i Verdi più che con altri ci siamo trovati a lottare per mesi per ottenere le primarie. Ce l’abbiamo fatta a convincere molti compagni di viaggio della coalizione che erano a dir poco restii e cercavano improbabili strade alternative. Ora, dopo questi mesi di lotta comune che ha portato alle primarie del centrosinistra, loro scelgono altre strade con motivazioni francamente incomprensibili”.

Boni precisa come la sua Torino deve essere “Una Città che attui progetti di miglioramento e trasformazione urbana nel nome della sostenibilità, anche con l’utilizzo delle migliori innovazioni scientifiche e tecnologiche” e offre le sue competenze, “Questo enorme patrimonio di conoscenza, di progetti, di visioni, al servizio di Stefano Lorusso con il quale ci siamo confrontati nelle primarie ma che oggi è il mio candidato da far vincere. Senza ambiguità e senza dubbi ma con la volontà di costruire insieme i prossimi 10/20 anni che guardino all’ambiente e all’Europa”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Nuova Società - sponsor