16.8 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

A Italgas il servizio Gas Ambito Torino 2. Investimenti da 200 milioni e nuove assunzioni

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Italgas si è aggiudicata la gara per la gestione per la gestione del servizio di distribuzione del gas naturale nell’Ambito territoriale “Torino 2 – Impianto di Torino” per i prossimi 12 anni.

Si tratta di 48 comuni della prima e seconda cintura del capoluogo piemontese per complessive 190 mila utenze finali e una rab pari a 150 milioni di euro.

L’assegnazione da parte di Città Metropolitana di Torino, consente a Italgas di incrementare di 3.000 unità il numero delle utenze servite.

Nell’offerta presentata l’azienda ha previsto investimenti per circa 200 milioni di euro finalizzati all’estensione delle reti verso aree non ancora raggiunte dal servizio, al potenziamento e alla digitalizzazione delle infrastrutture esistenti, all’ulteriore impulso al miglioramento della qualità e della sicurezza del servizio.

Oltre gli investimenti previsti, Italgas assumerà sul territorio.

L’estensione del servizio in nuovi territori consentirà ai consumatori che saranno raggiunti dal servizio importanti risparmi in bolletta quantificabili complessivamente, nei 12 anni di durata della concessione, in alcune decine di milioni di euro grazie al minor costo del gas naturale rispetto agli altri combustibili oggi utilizzati nell’Ambito in questione.

Tra gli interventi previsti nel piano Italgas ci sono il completo ammodernamento di 180 chilometri di reti e l’installazione di circa 1.000 impianti intermedi di nuova generazione dotati di sistemi di monitoraggio e telecontrollo; la posa di oltre 150 chilometri di nuove condotte per raggiungere aree non ancora servite dalla rete al fine di rendere disponibile il servizio a migliaia di famiglie e imprese; l’installazione, in coerenza con il Piano Industriale Italgas 2018-2024, dei contatori di ultima generazione (smart meters) in sostituzione della totalità di quelli tradizionali, entro i primi sei mesi del 2020; la realizzazione di progetti di efficientamento energetico in oltre 90 strutture di proprietà degli enti locali (scuole, municipi, biblioteche, ecc.).

«L’aggiudicazione dell’Ambito Torino 2 – ha commentato l’amministratore delegato di Italgas, Paolo Galloè un risultato importante che dimostra che le amministrazioni che si dotano delle giuste competenze riescono a portare a compimento anche processi complessi come quello delle gare gas, creando quindi le premesse per la realizzazione di importanti investimenti che vanno a beneficio del territorio e dei residenti anche con significativi risparmi sul costo della bolletta energetica».

«Sul piano della sostenibilità – ha sottolineato Gallo – è importante sottolineare che, grazie all’estensione del servizio nei territori al momento sprovvisti, nell’arco dei prossimi 12 anni assisteremo alla riduzione delle emissioni inquinanti per circa 100.000 tonnellate di CO2 e soprattutto oltre 1.300 tonnellate di polveri sottili».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano