20.7 C
Torino
sabato, 19 Settembre 2020

Via Germagnano; ‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’: “Nessun blitz ferragostano, il Comune si assuma la responsabilità”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Comunicato Stampa
Comunicato Stampa
Puoi inviare il tuo comunicato stampa all'indirizzo redazione@nuovasocieta.it

‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’ esprimono forte preoccupazione riguardo all’iniziativa di sgombero del campo di via Germagnano che coinvolge circa 100 nuclei familiari tra i più fragili della città. Si tratta di persone che avrebbero necessità di una forte risposta e di un accompagnamento in termini di integrazione sociale” – dichiarano Elena Apollonio, Demos-Democrazia Solidale’, Eleonora Artesio, Torino in Comune e Marco Grimaldi, Liberi Uguali Verdi. 

“Vorremmo capire – proseguono i tre – qual è il progetto dell’amministrazione comunale per garantire un percorso di vita dignitoso a quelle famiglie e ai numerosi minori presenti: in termini di soluzione abitativa, anche temporanea, di un eventuale inserimento lavorativo e per garantire la regolare frequenza scolastica e corsi di formazione professionale. Esprimiamo perplessità in merito ad uno sgombero in piena estate che sembrerebbe avere i tratti di un mero spostamento del ‘problema’ in un’altra zona della città; pertanto chiediamo con forza all’amministrazione comunale di comunicare quale sia il progetto previsto nell’immediato futuro per quei nuclei famigliari. Non vorremmo – proseguono Apollonio, Artesio e Grimaldi – che la scelta dei tempi nasconda una precisa volontà politica, la non assunzione di responsabilità di fronte ad un problema estremamente complesso in termini sociali che non può certamente essere risolto attraverso blitz di Ferragosto”.

- Advertisement -

“Spiace che Torino, una città che ha saputo trovare in passato soluzioni umane e dignitose per persone in condizioni di fragilità, oggi non sia in grado di costruire un progetto capace di garantire il rispetto, la dignità e i diritti di famiglie e bambini che già si trovano in situazioni di debolezza, in un momento particolarmente difficile a causa di una crisi sanitaria ed economica senza pari. Chiediamo pertanto – concludono Apollonio, Artesio e Grimaldi – che i fondi distribuiti a pioggia siano invece impiegati per trovare una sistemazione temporanea migliore di quella attuale a quelle famiglie”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Febbre a scuola, il Tar respinge il ricorso del Ministero contro l’ordinanza di Cirio

Il Tar del Piemonte non ha accolto la richiesta del Governo di una sospensiva d’urgenza in via monocratica per l’ordinanza della Regione...

No Tav, Dana Lauriola è stata arrestata. Tensione tra attivisti e polizia a Bussoleno

E' avvenuto questa mattina all'alba l'arresto di Dana Lauriola, storica attivista No Tav e militante del centro sociale Askatasuna, condannata a due...

RU 486, Appendino contro la Regione: “Becera propaganda sul corpo delle donne”

La sindaca di Torino Chiara Appendino interviene in merito alla proposta della giunta regionale del Piemonte di abolire la somministrazione della pillola...

Febbre a scuola, Cirio non cambia idea: “Ordinanza fatta con buon senso”

Non cambia idea Alberto Cirio sull'ordinanza che impone la misurazione della febbre a scuola e che il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ha...

Gtt, ecco come chiedere il rimborso per gli abbonamenti non usati durante il Covid

Gtt rimborserà gli abbonamenti non utilizzati duranti il lockdown attraverso l’emissione di un voucher che permetterà l’acquisto di nuovi titoli di viaggio....