9.2 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Ultras Juve, condanna e 12 rinvii a giudizio per estorsione ai danni della società

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

L’udienza preliminare dell’inchiesta Last Banner, in cui sono coinvolti ultras della Juventus accusati, a vario titolo, di estorsione ai danni della società e di violenza privata contro altri tifosi, si è conclusa con una condanna, tre assoluzioni, tre patteggiamenti, dodici rinvii a giudizio e due proscioglimenti. Per i rinviati a giudizio il processo comincerà il 30 settembre. Ad alcuni degli imputati è stato anche concesso il permesso di recarsi al lavoro e ad altri è stato revocato l’obbligo di presentazione alle forze dell’ordine. 

Il procedimento con il rito abbreviato ha riguardato quattro persone. Una condanna pari a due mesi e venti giorni più duemila euro di provvisionale alla Juventus, che verrà destinato in beneficenza all’istituto oncologico di Candiolo. Due le assoluzioni e un proscioglimento per “fatto di lieve entità”. La posizione degli altri indagati nell’inchiesta Last Banner è stata stralciata dopo la loro richiesta di messa alla prova.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano