20.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Tragedie ad alta quota: morti due scialpinisti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Ancora tragedie ad alta quota: due scialpinisti hanno perso oggi la vita in montagna.
Il primo, un uomo francese, è precipitato dalla Punta di Saint Robert, nel tratto montuoso del cuneese al confine tra il versante italiano di Entracque e quello oltralpe di la Madone de Fenestre. L’uomo si trovava a circa 2400 metri di altezza e il volo di oltre 500 metri gli è stato fatale.
L’incidente è avvenuto intorno alle 12, di circa un’ora dopo l’allarme dato da un altro sci alpinista che ha immediatamente allertato il Soccorso Alpino, il quale ha recuperato il corpo e lo ha portato a Entracque per affidarlo all’autorità giudiziaria.
Le prime notizie riportavano di due persone ferite ma il secondo scialpinista non è stato trovato: secondo il Soccorso Alpino si è trattato di un falso allarme.
La seconda è una donna di 37 anni che ha perso la vita precipitando per 200 metri mentre risaliva la dorsale di Punta Terrarossa (in provincia di Verbania) assieme a un gruppo di scialpinisti. A causare la caduta è stato il cedimento di una cornice di neve.
I compagni di escursione hanno subito dato l’allarme e il corpo della vittima è stato trasportato a Varzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano