4.8 C
Torino
giovedì, 1 Dicembre 2022

Torino Film Festival, polemica su film No Tav. Augusta Montaruli attacca Steve Della Casa

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La sottosegretaria all’Università Augusta Montaruli (Fdi) contro Steva della Casa e la selezione artistica del Torino film festival, di cui domani sarà inaugurata la 40esima edizione e nel cui programma vi è anche, all’interno della sezione ‘Dei conflitti e delle idee’
un film su Lotta continua e uno sulla Tav .
Montaruli posta uno screen dalla pagina Instagram del film sul movimento No Tav “La scelta”, che ha pubblicato un post che inizia così: “In questi dieci anni di lavorazione del film abbiamo vissuto nel movimento No Tav in una forte consonanza ideale con esso”.
Post a cui Montaruli replica: “Se si mette come direttore artistico di Torino film festival Steve Della Casa il risultato è questo: ‘consonanza ideale’ con chi attacca ogni giorno operai e polizia e ulula pure alla repressione dello Stato dimenticando che è proiettato grazie al contributo pubblico”.
Il direttore del Torino film festival Steve Della Casa, parlando dei due film ‘politici’ in concorso, questa mattina ha dichiarato: “Quello su Lotta continua, tema che conosco bene (ne è stato militante negli anni ’70, ndr), è molto equilibrato e montato benissimo. Il film sui No Tav è invece molto più squilibrato”, ha ammesso Della Casa, “ma racconta le persone prima ancora delle loro scelte”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano