18.6 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Tav, respinto il ricorso di San Didero contro lo spostamento dell’autoporto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Tar del Piemonte ha respinto l’istanza cautelare presentata dal Comune di San Didero per ottenere la sospensione degli effetti della determina con cui la Regione Piemonte ha autorizzato la concessione/alienazione a TELT delle aree comunali soggette a uso civico necessarie per la rilocalizzazione dell’autoporto di Susa da parte di Sitaf.

Nell’ordinanza con cui respinge il ricorso il tribunale amministrativo sottolinea la correttezza del provvedimento regionale richiamando la delibera con cui il Cipe nel 2015 ha approvato il progetto definitivo della linea Torino-Lione in cui è inserito l’intervento. In aggiunta i giudici rilevano che “nella comparazione degli interessi in gioco, appare prevalente quello all’esecuzione dell’opera pubblica di cui si controverte (tenendo anche conto che l’area di cui si discute è attualmente occupata in larga misura da un parcheggio)”.

Il nuovo autoporto sorgerà tra la A32 e la S.S. 25 del “Moncenisio” a cavallo dei Comuni di San Didero e Bruzolo, in Val di Susa. Il nuovo insediamento comprenderà: un’area destinata a Truck Station, un parcheggio per i mezzi pesanti, un’area di servizio e un nuovo posto di controllo centralizzato (PCC). Il collegamento con la Statale sarà realizzato attraverso una nuova rotonda mentre l’accesso dall’A32 sarà garantito tramite la realizzazione di due rampe di immissione e uscita a scavalco dell’autostrada.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano