2.9 C
Torino
mercoledì, 25 Novembre 2020

Tav, Locatelli (Prc-Se): “Boicottare scelte dissennate”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“No ai vertici truffaldini sulle Grandi Opere. Domani, a partire dalle ore 9,30, saremo in piazza Castello davanti alla sede della Regione con un flash mob per contestare l’adunata delle associazioni imprenditoriali e di categoria, sindacati, ordini professionali voluta dalla Regione Piemonte” così in una nota Ezio Locatelli, segretario provincialedel di Rifondazione Comunista e Sinista Europea.

“Adunata volta a chiedere la prosecuzione dei lavori del Tav in Valsusa. Ci chiediamo come sia possibile pensare di andare avanti da parte di Regione e Governo in ordine a un progetto affossato dalla Corte dei Conti dell’Unione Europea, contestato da una sfilza di amministrazioni locali, ultimo in ordine di tempo la contrarietà espressa dal sindaco di Lione”.

“Invece che aprire una pausa di riflessione, alla luce dei molti e autorevoli pronunciamenti di contrarietà, i fautori Tav sembrano animati dalla rabbiosa volontà di volere andare avanti a qualsiasi costo – continua Locatelli – troppo succulento il boccone dei guadagni derivanti dalla realizzazione di opere anche se inutili e insostenibili dal punto di vista ambientale. Nulla a che vedere con i problemi della mobilità e l’interesse pubblico – e conclude – Signori del governo regionale e nazionale invece che fare vertici su mega opere inutili impegnatevi in tema di sanità, istruzione e trasporto pubblici, di tutela del territorio e ambiente! Come parte del movimento NoTav, Rifondazione Comunista si batterà fino in fondo per boicottare scelte dissennate e di grandissimo spreco di denaro pubblico”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Cirio: “Dal 4 dicembre negozi aperti per lo shopping natalizio”

Aspetta solo il semaforo arancione per riaprire le attività commerciali Alberto Cirio che vede il suo Piemonte sempre più fuori dalla zona...

Piemonte guida la battaglia contro i colossi dell’e-commerce

Una proposta di legge per aumentare le aliquote della web tax per i colossi dell'e-commerce: 15 per cento abitualmente e fino al...

Blitz anarchico contro le sedi di Stampa e Repubblica

Petardi, fumogeni e lanci di uova contro la palazzina di via Lugaro che ospita le redazioni di La Stampa e quella torinese...

Puntare al cuore. La Circoscrizione 1, Centro-Crocetta

La Circoscrizione 1 Centro Crocetta è conosciuta come quella più elegante e più ricca: ma se si toglie la carta velina della...

Ztl, sospensione prorogata fino al 5 dicembre a Torino

Nuova proroga per il provvedimento di sospensione della ZTL Centrale fino a sabato 5 dicembre 2020 (compreso).La decisione segue l'adozione da parte della...