15.2 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Suk a Ponte Mosca, la Lega Nord prepara una manifestazione. Ricca: “Genera guerra tra poveri”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di A.D.

La Lega Nord e gli abitanti del quartiere si preparano a scendere in strada contro il Suk a Ponte Mosca. Nonostante le rassicurazioni da parte della Giunta targata Appendino sul fatto che la scelta dell’area per il mercato di libero scambio è solo momentanea (almeno fino a maggio), la Lega è pronta alla battaglia per evitare l’apertura. Anche perché il problema non è solo legato alla zona dove sorgerà: «Siamo contrari al Suk a priori, che esso sia a Ponte Mosca o in qualsiasi altra sede – spiega il capogruppo leghista Fabrizio RiccaPer questo motivo scenderemo in piazza per far capire a quest’amministrazione che ovunque loro provino a spostarlo noi saremo lì insieme ai residenti».

Per Ricca il mercato di libero scambio «genera una guerra tra poveri che niente a che vedere con il combattere le povertà, anzi la amplifica mettendo i venditori l’uno contro l’altro alla ricerca della cianfrusaglia più bella da vendere per recuperare qualche euro e dando così la possibilità a chi invece utilizza quel luogo come spazio per rivendere merce rubata e spacciare».

La soluzione non può essere Ponte Mosca, secondo l’esponente del Carroccio: «Si stanno semplicemente lavando le mani di un problema che non si vuole risolvere perché forse fa comodo così», conclude Ricca.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano