21.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Strage in Bangladesh, Appendino: “Oggi è il giorno del dolore”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di Giulia Zanotti

«Oggi è il giorno del dolore». Così la sindaca Chiara Appendino si è espressa subito dopo il minuto di silenzio per le vittime dell’attentato di Dacca tenutosi questo pomeriggio davanti al Comune di Torino nel giorno dei funerali della concittadina rimasta vittima della strage dell’Isis, Claudia D’Antona.
Davanti a Palazzo di Città hanno osservato il silenzio assieme ad Appendino anche il governatore della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e il viceprefetto Enrico Ricci e il questore Salvatore Longo.
«Il terrorismo è da combattere ma oggi parliamo solo del dolore della famiglia alla quale la Città è vicina. Abbiamo proclamato il lutto cittadino e oggi saremo ai funerali».
Presenti al minuto di raccoglimento anche i consiglieri comunali tra cui il capogruppo Pd Stefano Lorusso e l’ex sindaco Piero Fassino. In piazza a portare la loro solidarietà sono arrivati poi i parenti delle vittime dell’attentato del Bardo, in Tunisia, i familiari di Antonella Sesino. «È difficile immaginare cosa si prova – ha detto Lorenzo Barbero – è tremendo, terribile, non ci sono parole. Siamo qui per solidarietà con la famiglia di questa nuova vittima. Sono le loro guerre ma i nostri morti».

comune silenzio2

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano