10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Stefano Esposito: “Quelle canne sotto il palco di David Bowie”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

La morte di David Bowie diventa anche un momento per parlare di liberalizzazione delle droghe leggere. Stefano Esposito, senatore del Partito Democratico, non  nasconde la sua idea sulla marijuana, partendo proprio da un ricordo che lo lega al Duca bianco .

Nel corso di “ECG Regione”, la trasmissione condotta da Roberto Arduini e Andrea Ciancio, per radio “Cusano Campus” , emittente dell’università degli studi “Niccolò Cusano”, Stefano Esposito torna indietro nel tempo, alla sua gioventù: «Che ricordi ho di David Bowie? Uno splendido concerto di tantissimi anni fa a Torino». E racconta il senatore: «C’erano tante canne che giravano e qualcuna l’ho fatta anche io». Poi confessa: «Ma non solo a quel concerto per la verità».

Quindi Esposito agli intervistatori espone le sue idee sulla liberalizzazione delle droghe leggere: «Sono un fautore della liberalizzazione. Spero che prima o poi ci si arrivi. La marijuana pare che sia una straordinaria cura preventiva per il cancro».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano