13.8 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Sochi 2014, Putin vuole apparire meno omofobo con i lesbo baci delle Tatu

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Vladimir Putin ci prova. Dopo le accesissime polemiche che si sono abbattute sui giochi olimpici invernali di Sochi 2012 per le scelte politiche e culturali russe che uccidono la libertà dell’individuo come quelle della propaganda gay e contro la blasfemia, il presidente della Federazione Russa cerca di calmare gli animi chiamando le Tatu, le due cantanti sbalzate in cima alle classifiche alcuni anni fa per i loro baci lesbo, alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi.
Il direttore generale della televisione di Stato “Primo Canale”, Konstantin Ernst, il “maestro di cerimonie di Putin”, ha smentito che la scelta sia ricaduta su di loro per questo motivo ma solo perché sono state «uno dei pochi gruppi musicali russi a raggiungere un successo di livello mondiale».

[ot-gallery url=”http://www.nuovasocieta.it/gallery/le-tatu-alla-cerimonia-di-apertura-delle-olimpiadi-di-sochi-2014/”]

Ma a dare spettacolo non ci sarà solo la coppia di pseudo lesbiche, al secolo Elena Katina e Yulia Volkova, ma anche ciò che da sempre caratterizza la Russia come musica classica e balletto.
Poi un tuffo nel passato ripercorrendo tutta la storia nazionale con cenni ai Giochi Estivi di Mosca 1980, badando bene però a non rimembrar i tempi della Rivoluzione d’Ottobre, Stalin e Lenin.
In ogni caso la punta di diamante saranno le Tatu, che anche se si sono sciolte da anni, tornano a esibirsi. Nella scaletta alcuni loro grandi successi come “All the things she said” e “Not gonna get us”. Quest’ultima Ernst l’ha definita «in un certo senso la canzone è simbolica per gli atleti» perché «ognuno tra essi conta sul fatto che non sarà raggiunto dagli avversari, e quindi servirà loro da incoraggiamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano