19.4 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Smat inaugura tre sculture di arte contemporanea al giardino Schiapparelli

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Sono state inaugurate in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua le tre statue di arte contemporanea che da oggi impreziosiscono il giardino Schiapparelli, di fronte alla sede Smat di corso XI febbraio a Torino. Fiati dell’artista Paolo Grassino, Genesi di Luigi Stoisa e Loto Eccentrico di Luisa Valentini: le tre opere sono state realizzate con il coinvolgimento dell’Accademia Albertina.
Alla cerimonia era presente anche il presidente della Circoscrizione 7 Luca Deri: «Sono lieto di essere qui ad inaugurare queste opere che rappresentano il lungo percorso di riqualificazione urbana effettuato in questo quartiere» ha affermato Deri, che ha poi ringraziato Smat, per aver sostenuto l’investimento, l’architetto Silvio Ferrero, che ne ha curato il progetto, e gli artisti.
«La collocazione delle sculture, che raffigurano l’ambiente, la natura e l’acqua, nel giardino che si affaccia sulla Dora Riparia, rappresenta il completamento del progetto di riqualificazione ad opera della SMAT delle aree adiacenti all’edificio che ospita gli uffici della sede centrale dell’azienda» ha spiegato Paolo Romano, amministratore delegato di Smat. Infatti, il progetto di riqualifica della zona ha preso il via con l’acquisto dello storico palazzo dei Vigili Urbani di proprietà della Città di Torino di cui è stata restaurata la facciata e poi con la realizzazione nel 2007 di un unicum artistico, l’imponente scultura “Cuneo con frecce” realizzata appositamente dal Maestro Arnaldo Pomodoro. Nel 2011 Smat ha preso in carico la manutenzione del giardino Schiapparelli ed ha commissionato la realizzazione di un murales, su una delle pareti che circoscrivono il giardino, agli artisti di Street Art Wens e Reser del Collettivo Style Orange.
«Gli interventi eseguiti negli anni oltre a costituire un contributo alla bellezza della Città confermano quanto Smat, che si occupa della gestione del servizio idrico integrato della Città Metropolitana Torinese, sia fortemente radicata sul territorio e sia riuscita a coniugare l’aspetto industriale con quello sociale attraverso azioni concrete mirate alla salvaguardia dell’ambiente e al miglioramento della qualità della vita e del quartiere», ha concluso il presidente Alessandro Lorenzi.

Genesi Loto eccentrico

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano