12.7 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Sgominata la banda di Ebay. In manette anche l'Arsenio Lupin piemontese

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Gran parte della merce rubata finiva in vendita su Ebay. Questo il metodo usato per “piazzare” la refurtiva utilizzato da una banda di rapinatori. L’operazione “Ginseng”, coordinata dal sostituto procuratore Arnaldi di Balme, ha portato all’arresto di cinque persone e ad un’ordinanza di obbligo di dimora.
Questi i nomi degli arrestati: Roberto Capuano, 45 anni di Venaria Reale, Vincenzo Todaro, 56 anni originario di Taranto, ma residente a Torino, Luca Orofino, 25 anni di Torino. Tutti volti noti alla polizia, tranne Orofino che risulta incensurato. I tre erano stati arrestati in flagranza di reato il 19 settembre scorso, mentre stavano, armi in pugno, rapinando il supermercato Lidl di vicolo Pinceri, a Torino.
Il magistrato nell’ordinanza contesta altre sei rapine: al “Lidl” di via Adamello, dove vennero sottratti circa 5mila euro a luglio, all’Oviesse di corso Francia, anche qui circa 5mila euro, a maggio, all’Oviesse di piazza Risorgimento, a cui vennero rubati 9.281 euro, a luglio. E ancora: ricevitoria “Cabla Gest” in via Carrera ad agosto per un bottino di 1500 euro, a Grugliasco invece è finita nell’obiettivo dei rapinatori “Scarpe e Scarpe”, per circa 3mila euro. Infine una tentata rapina ad Alba, al supermercato “Lidl”, il 27 luglio.
Oltre ai market la banda si sarebbe occupata con altri di furti di autovetture e pneumatici. Questi ultimi venivano poi rivenduti su siti come ebay, subito.it e altre piattaforme e-commerce.
Misure cautelari in carcere per furto pluriaggravato e ricettazione di auto e pneumatici per Steno Tarquini, 57 anni, nato a Pescara, da tempo residente nel capoluogo piemontese. Lui è considerato un mago del furto d’auto, al punto da essere soprannominato l’Arsenio Lupin piemontese. Nel suo curriculum anche vetture di alto valore storico, rivendute all’estero.
L’obbligo di dimora nel comune di Villanova D’Asti per un 32enne, incensurato.
 

@giuliazanotti3

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano