15.9 C
Torino
giovedì, 9 Aprile 2020

Settimo Torinese e Torino, striscione CasaPound contro Anpi: “Negazionismo e quattrini”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Buoni spesa Torino, ecco il link per fare la richiesta online

Come aveva annunciato previsto la sindaca Chiara Appendino ci sono stati dei problemi iniziali dovuti alle troppe entrate nel sito predisposto per la richiesta...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Incendio in centro a Torino, in fiamme un negozio di fiori (VIDEO)

Le fiamme hanno avvolto il negozio di fiori sintetici, in via Santa Teresa, in pieno centro a Torino. A pochi metri da un supermercato....

Coronavirus, Caucino rettifica i dati su Rsa. Grimaldi (LUV): “Come possiamo fidarci di questo dilettantismo?”

"Ieri l'Assessora Caucino ha comunicato che i 3000 tamponi nelle RSA avevano dato 1300 risultati positivi, oggi, ha cambiato idea e, in base alla...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“Anpi difende i titini? Negazionismo & quattrini”. Questo il messaggio apparso su uno striscione a firma CasaPound a Settimo Torinese, in provincia di Torino, e nel capoluogo piemontese. Un’iniziativa che ha visto coinvolte un centinaio di altre città italiane e che nasce dopo le polemiche sul giorno del ricordo e la commemorazione dei martiri delle foibe.

«Non ci stiamo all’ipocrisia di chi ritiene l’Anpi intoccabile solo per il nome che porta – sottolinea CasaPound in una nota – Chi definisce “presunta vittima” una martire come Norma Cossetto, studentessa istriana violentata e infoibata dai partigiani titini nel 1943, o mette in dubbio l’esistenza di un progetto di pulizia etnica come quello del comunismo jugoslavo che ha fatto 10.000 morti e 350.000 esuli dovrebbe essere tenuto fuori dalle celebrazioni di una data come il Giorno del Ricordo, e invece all’Anpi ha aperto le porte persino il Senato per una conferenza dal titolo che evocava la retorica riduzionista».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Coronavirus, Codacons presenta esposto in Procura: “Sulle morti accertare le responsabilità e punire i colpevoli”

Sui morti da coronavirus registrati in Piemonte (1.378 fino ad oggi) il Codacons presenta oggi un esposto alle Procure della Repubblica di Torino, Asti,...

Burgio, tutta la verità sul Coronavirus

Il medico Ernesto Burgio in una intervista a Business Inside, si esprime su diversi punti della pandemia Coronavirus che ha colpito e sconvolto il...

Coronavirus, in Piemonte, salgono le guarigioni. 68 i decessi

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test...

L’assessore Icardi: “Nessun caso Piemonte, la curva dei contagi è in calo”

Non c'è nessuno caso Piemonte. L'assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi mette a tacere le voci che volevano il Piemonte in peggioramento nei numeri...

Droni in volo a Torino per evitare le scampagnate di Pasquetta

Sopra i giardini e i parchi di Torino si alzeranno in volo i droni dei carabinieri e della polizia municipale. Obiettivo segnalare le scampagnate...
- Advertisement -Nuova Società - sponsor