13.8 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Senzatetto trasferiti a Torino Esposizioni. Versaci (M5s): “Continueremo ad occuparci delle fasce deboli”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sono stati trasferiti nel locali del Padiglione V di Torino Esposizioni, al parco del Valentino, circa quaranta senzatetto che erano accampati da alcuni giorni davanti a Palazzo di Città, dopo che il dormitorio umanitario per l’emergenza fredo di Piazza D’Armi era stato chiuso.
La decisione è stata presa a seguito dell’ordinanza dalla sindaca Chiara Appendino adottata per motivi di igiene e sanità pubblica, allo scopo di prevenire possibili pericoli derivanti dall’assembramento in strada.

Il via libera allo sgombero è arrivata dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, assieme al Comune di Torino, la Regione Piemonte, l’Unità di Crisi e le forze dell’ordine coinvolte.
Ai senza tetto verranno fatti i test per scongiurare casi di Coronavirus.

Lo spazio allestito a Torino Esposizioni è gestito dalla croce rossa e attrezzato con i necessari servizi per l’igiene personale.
Il compito di effettuare i tamponi sarà affidato all’Unità di crisi e gli esiti garantiti in tempi brevi, affinché, per coloro che risulteranno negativi all’esame, si possa procedere all’inserimento in spazi di accoglienza, come comunicato dal Comune: “dormitori o altre abitazioni temporanee riservate a persone fragili, i cui posti sono stati incrementati di numero nelle ultime settimane per meglio rispondere alle necessità generate dalla situazione di emergenza sanitaria”.

Fabio Versaci, consigliere dei Cinque Stelle e Presidente della Commissione Servizi Sociali e Sanità, è tra i primi ad aver dato la notizia: “Nelle primissime ore di questa mattina è stato avviato il trasferimento accompagnato delle persone senza fissa dimora presenti sotto il Comune”.

Spiega Versaci: “Ora sono al V padiglione di Torino Esposizioni, dove in con la collaborazione delle croce rossa è stato allestito uno spazio con tutti i servizi necessari”.

“Ovviamente – continua Versaci – questo posto non potrà essere permanente, si tratta di un hub umanitario di emergenza, ma ognuna di queste persone sarà ascoltata e, in base al proprio status, gli saranno prospettate varie soluzioni di accoglienza”.

“Qualcuno si starà chiedendo per quale motivo, a questo punto, non le abbiamo lasciate in in Piazza D’armi, tenendo aperto il ricovero per l’emergenza freddo. Quello spazio – sottolinea Versaci – l’abbiamo detto più volte, non era più gestibile per svariati motivi tra cui su tutti l’impossibilità di ospitare le persone in dei container di lamiera con l’arrivo del caldo”.

“Come Presidente della Commissione Servizi Sociali e Sanità – sottolinea – sono a stretto a contatto con la vicesindaca, e assessore competente per questa materia, Sonia Schellino, per monitorare questa situazione e le tante altre emerse in questo periodo delicato”.

“Per questo giovedì mattina alle 9.30 ci sarà una commissione dove faremo il punto sulla situazione delle fasce più deboli e dei senzatetto nell’emergenza Covid. Purtroppo ho imparato dall’esperienza di questi anni che i problemi è facile segnarli, ben più difficile risolverli”, conclude Versaci.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano