14.2 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Scuola, dalla Regione arrivano i voucher per rette, libri e trasporti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Arrivano i voucher al posto dei buoni scuola. Approvata la modifica della sul diritto allo studio con la loro introduzione, dalla Commissione Cultura e Istruzione del Consiglio regionale del Piemonte.

«Come avevamo annunciato nei mesi precedenti – spiega il presidente della Commissione Daniele Valle del Partito Democratico – la Regione cambia metodo che prevede il ricorso a buoni prepagati per contribuire al pagamento delle rette scolastiche di iscrizione e frequenza e delle spese per libri di testo, trasporti, materiale didattico, attività integrative, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione».

«Il bando per i voucher – prosegue Valle – sarà a disposizione delle famiglie a regime sempre dal mese di marzo, in modo da consentire alle famiglie di sapere prima dell’iscrizione se si è beneficiari o meno».

Uno dei vantaggi dell’introduzione dei voucher, come evidenzia il presidente della commissione, è che «le famiglie non dovranno più anticipare i soldi ma avranno un sistema più semplice e trasparente».

«L’assegnazione del contributo – continua Valle – continuerà ad avvenire sulla base della graduatoria, tenendo conto delle fasce di reddito».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano