3.9 C
Torino
mercoledì, 2 Dicembre 2020

Scontri a Torino, Sciretti (Lega) choc: “Ci vuole un po’ di scuola Diaz”. Poi chiede scusa

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società.

Tra i tanti commenti, soprattutto sui social, dopo gli scontri scoppiati a Torino durante il corteo contro lo sgombero dell’ex Asilo, occupato da oltre 20 anni dagli anarchici, colpisce uno in particolare.

Non tanto per l’analisi profonda fatta, ma proprio in quanto è a dir poco scioccante. L’autore è il capogruppo della Lega alla Circoscrizione 6 del capoluogo piemontese, tale Alessandro Ciro Sciretti, che commentando gli incidenti che hanno coinvolto la città decide con un post di rispolverare una delle pagine più tristi del nostro Paese: la scuola Diaz.

Già, quanto accaduto (e che ha portato a delle condanne per quella che venne definita “una macelleria messicana”), durante il G8 di Genova, nel 2001, è l’augurio che fa Ciro Sciretti.

Scrive l’esponente della Lega, condividendo un articolo riguardante gli scontri di oggi: «Ditemi voi se tutto questo è accettabile. Nessuna pietà, NESSUNA, per queste persone. Le Forze dell’Ordine sono troppo limitate nei loro poteri. Ci vuole un po’ di Scuola Diaz».

Poi dopo che le agenzie stampa battono quanto espresso dal Sciretti, il post viene aggiornato e il tiro viene aggiustato:«Chiedo scusa a chi non capisce le provocazioni».

Poi scrive ancora: «Facciamo un po’ di chiarezza. Non sono solito nascondermi dietro un dito e amo le provocazioni.

Il mio post è frutto della rabbia di fronte alla violenza cieca ed al vandalismo indiscriminato che il movimento antagonista sta riversando in città in questi giorni.
Rabbia che nasce dall’amore verso la mia Torino e da una storia politica che mi ha visto, molto spesso, oggetto di attenzioni indesiderate da parte di chi preferisce la violenza alla dialettica politica.

Mi richiamo sempre alla legalità.
Per questo, il riferimento ai fatti della Diaz non è, e non può essere preso come, una seria riflessione, ma solo ed esclusivamente come una provocazione.
La Diaz non è una pagina felice né giusta della storia del nostro paese, perché lo Stato deve sempre agire nel solco del diritto.
Per questo, mi scuso.

Detto questo, mi auguro che gli autori dei fatti di oggi vengano perseguiti nel modo più duro, tra quelli previsti dalla legge, e ribadisco ancora un concetto:
SONO, E SARÒ SEMPRE, DALLA PARTE DELLE FORZE DELL’ORDINE».

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Covid, 64 decessi in Piemonte. Calano i ricoveri

Sono 64 i decessi di persone positive al test del Covid-19 registrati oggi in Piemonte. Questo il dato comunicato nel pomeriggio dall'Unita'...

‘Gli sguardi sul MOI’: noir e foto giornalismo raccontano la più grande occupazione d’Europa

Il 30 luglio del 2019 con lo sgombero dell'ultima palazzina terminava l'occupazione dell'ex MOI a Torino, quella che è stata definita la...

Federica Scanderebech passa a Forza Italia: “Torno a casa”

Una foto di lei bambina mentre partecipava ad un evento vicino a Silvio Berlusconi. Con questa voto che mostra sui social e...

Toni Algerini, ex Berloni Torino, batte il Covid: “Al Mauriziano non mollano mai”

"E' un virus subdolo e terribile, se ha messo in ginocchio persino me che sono un gigante". Ricoverato all'ospedale Mauriziano di Torino...

Folla nei negozi, più controlli e misure severe contro gli assembramenti

La folla che ieri si è riversata nel centro di Torino al primo giorno di apertura dei negozi del Piemonte in zona...