9.2 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Scontri a Torino per il convegno antifascista sulle Foibe al Campus Universitario

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Scontri a Torino tra studenti antifascisti e le forze dell’ordine al Campus universitario Einaudi. Qui il gruppo di studenti legati a a Fratelli d’Italia, il Fuan aveva organizzato un volantinaggio di protesta contro un convegno, in aula D5, sul tema: “Fascismo-Colonialismo-Foibe – L’uso politico della memoria per la manipolazione delle verità storiche” con la partecipazione dell’attore e scrittore Moni Ovadia e del giornalista Stojan Speti. «Un momento di riflessione sui tragici avvenimenti del confine italo-jugoslavo e sulle contraddizioni emerse a seguito dell’introduzione della Giornata del Ricordo», spiegano gli organizzatori.

Il Fuan ha distribuito alcuni volantini con su scritto: “La verità non si infoiba. Sino a quando l’Università organizzerà conferenze e dibattiti che insultano la memoria di migliaia di italiani barbaramente uccisi, noi saremo qui”.

Gli antifascisti hanno cercato di superare le forze dell’ordine schierate per evitare che i due gruppi entrassero in contatto. La polizia ha respinto i manifestanti e sono scoppiati i tafferugli.  Quattro antifascisti sono stati fermati dalla Digos, mentre sarebbe stata danneggiata un auto della polizia e ci sarebbero stati danni nell’aula Borsellino, assegnata al Fuan.

Tre poliziotti sono rimasti feriti, mentre In un’aula del rettorato, in via Verdi, è ora in corso una assemblea degli studenti.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano