13.4 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Schumacher sciava a 60-100 Kmh: il casco si è spezzato in due

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Continua a lottare tra la vita e la morte Michael Schumacher dopo una caduta mentre stava sciando con il figlio 14enne a Meribel, località francese delle Savoia dove ha uno chalet.
È in coma farmacologico per evitare la pressione cerebrale, operato d’urgenza all’ospedale di Grenoble, dove è giunto in stato confusionale, i medici non sanno come possano evolversi le condizioni del sette volte campione di Formula 1.
Al momento del terribile impatto con la roccia, Schumi stava sciando fuori pista a una velocità che varia tra i 60 e i 100 chilometri orari. È questo quanto emerso dalle indagini della polizia francese per ricostruire la dinamica dell’incidente.
Un impatto violento che ha rotto il casco che il pilota della Ferrari indossava.
A pochi giorni dal suo compleanno, il 3 gennaio, colui che abbiamo sempre visto sfrecciare a 300 chilometri all’ora su una monoposto, ora è fermo in un letto di ospedale. In come indotto, come detto, «per limitare l’impatto delle ferite alla testa, per far calare la temperatura del pilota tedesco a 35 gradi per ridurre l’abnorme aumento di volume del cervello successivo all’emorragia cerebrale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano