14 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Scanderebech: “Controviali ai 20 Km/h, ma il viale di corso Marconi ancora chiuso?”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Si è discussa oggi in Consiglio Comunale l’interpellanza, prima firmataria la Consigliera Federica Scanderebech, sul destino di corso Marconi.

Dichiara Federica Scanderebech: “Nel 2012 iniziava la nefanda vicenda del futuro di corso Marconi, con delibera dell’allora amministrazione si prevedeva la realizzazione di un posteggio pertinenziale sotterraneo e l’aggiudicatario del progetto a sue spese avrebbe dovuto riqualificare anche la superficie. Dopo varie peripezie, ricorsi al Tar, 5mila firme raccolte, perplessità della Circoscrizione 8, veniva aggiudicato l’appalto e poi questa progettualità veniva non si sa come arrestata. L’ultimo dato ufficiale risale a una delibera dell’ottobre 2017, ma dopo due anni e mezzo nulla ancora è stato attuato”.

Incalza la Consigliera Scanderebech: “Parrebbe che un’attuale riqualificazione del corso inciderebbe circa 3 milioni di euro, che però non sono mai stati messi a bilancio. Probabilmente non si sta procedendo a delle progettualità per evitare di sbagliare? L’Assessore cita un progetto partecipato con le scuole che avrebbe dovuto partire a marzo, ma a causa del coronavirus guarda caso è stato rimandato. Dopo due anni e mezzo dalla delibera si pensa a un percorso partecipato di cui non c’è alcun documento ufficiale e guarda caso in risposta ad una interpellanza?”

Aggiunge Scanderebech: “Arriva oggi l’input dell’assessore a procedere con la pedonalizzazione, ma con quali fondi se non sono a bilancio o di adoperare il corso per uso di suolo da parte dei commercianti della zona. Bellissimo il mondo dei sogni ma quali i fondi e gli atti ufficiali concreti dell’amministrazione?”

Conclude la Consigliera Scanderebech: “Totalmente fuori da ogni apprezzamento l’ordinanza che prevede i controviali ai 20 km/h e poi abbiamo viali, come Corso Marconi, chiusi da anni senza un reale motivo e senza una progettualità. Mi pare un controsenso e ancora un’inadempienza di questa amministrazione”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano