14.2 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

Sagre ed eventi possono dare una spinta all’economia

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Con l’arrivo del bel tempo su tutto il territorio nazionale si realizzano i più disparati eventi, da quelli enogastronomici, alle vere e proprie sagre incentrate su un determinato prodotto, oppure “feste della birra”, serate a tema, insomma, sembra che con la bella stagione ogni pretesto sia valido per organizzare un evento che possa raccogliere un buon numero di turisti e visitatori e dare un piccolo input alla stanca economia. E ben vengano queste manifestazioni che al contempo producono introiti e fanno conoscere il territorio secondo una prospettiva che regala preziosi scorci. Infatti, proprio durante queste manifestazioni si ha la possibilità di permeare la cultura e le tradizioni che in un normale viaggio, sovente frettoloso e distratto per vedere quanto più possibile, non si riesce a conoscere.

Ricco il calendario in tutte le regioni e le città che oltre alle loro bellezze storico culturali si arricchiscono di stand con prodotti tipici della tradizione, da quelli della gastronomia a quelli dell’artigianato. Anche Torino, naturalmente, ha i suoi appuntamenti, come Vinopoli, che si tiene dal 13 al 15 giugno o tutti gli altri che ruotano attorno alla città nei borghi e che consentono di degustare eccellenti formaggi, come la Toma di Lanzo e i formaggi d’alpeggio, o il festival del gelato di Poirino, che si terrà a luglio o il suggestivo evento Cascine aperte a Grugliasco dove si possono vedere da vicino le cascine e ciò che vi si produce.

Durante queste sagre e manifestazioni si possono fare acquisti interessanti perché si trovano prodotti, molto spesso artigianali, che difficilmente si trovano nei negozi comuni. E allora via libera allo shopping, tanto più che in molti oggi si sono adeguati ai tempi e permettono di pagare con il pos. Questa è una cosa decisamente conveniente perché quando ci si reca a questo tipo di manifestazioni, o comunque in contesti molto affollati, è preferibile portarsi dietro poco contante e optare per il pagamenti elettronici, chi ancora non possiede una carta può informarsi su cartedipagamento.com (dettagli su http://www.cartedipagamento.com), in genere le banche sono molto veloci nel rilasciarle. Ovviamente va posta attenzione anche al fatto che venga rilasciato lo scontrino fiscale.

Certo, si tratta di pochi mesi dedicati a queste manifestazioni, mesi in cui i commercianti devono giocarsi il tutto per tutto per far conoscere i loro prodotti e farli acquistare. E certamente questa non è la panacea a tutti i mali, ma è comunque una strada.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano