16.8 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Regione, sospesa la decadenza di Michele Giovine

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Conto alla rovescia sospeso per il consigliere Michele Giovine, condannato a un anno e quattro mesi per le firme false della lista “Pensionati per Cota”, che ha portato il Tar ad annullare le elezioni regionali del 2010.
Oggi la giunta per le elezioni, riunitasi questa mattina, ha accolto una pregiudiziale presentata dalla maggioranza, tra cui Lega e Ncd, in Regione che non ritiene «indifferibile e urgente» la decadenza del consigliere. La minoranza si è opposta, ma vista la non unanimità l’ombra di Giovine rimane ancora tra gli scranni di Palazzo Lascaris.
E quindi la Giunta ha deciso di temporeggiare aspettando la sentenza del Consiglio di Stato a cui Roberto Cota ha fatto ricorso in fretta e furia nella speranza di annullare la decisione del Tar.
«La decisione della Giunta per le elezioni del Consiglio regionale di rinviare la decisione sulla decadenza di Michele Giovine è un fatto grave», è quanto detto dai consiglieri Wilmer Ronzani, Gianna Pentenero e Rocco Muliere del Pd.
«La presa di posizione – sottolineano – è stata una brutta pagina, che rende ancora più urgente tornare al voto in Piemonte. La decisione è grave sul piano dei diritto – hanno aggiunto – perché non esistono dubbi sul fatto che la sentenza del Tar di annullamento delle regionali 2010 sia passata in giudicato e vada quindi applicata la legge che prevede la decadenza del consigliere condannato».
Il pd ha poi anche criticato il fatto che nella giunta ci sia la consigliera Sara Franchino, che in consiglio regionale sostituisce Giovine, ora sospeso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano