25.3 C
Torino
domenica, 26 Giugno 2022

Quarta dose, la Regione Piemonte annuncia il via ma il Ministero della salute smentisce: “Attendiamo valutazione Aifa”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Un comunicato della Regione Piemonte dava il via alla quarta dose per gli immunodepressi, ma poco dopo una nota del ministero della salute smentiva tutto. 

Infatti non ci sarebbe nessun via libera senza l’ok dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa, alla quarta dose di vaccino anti-Covid per gli immunodepressi. Uno scambio “informale” via email fra tecnici della Regione Piemonte e del ministero della Salute, sulla possibilità di una quarta dose per i pazienti immunocompromessi, ha fatto nascere l’equivoco sul fatto che dal ministero fosse arrivato il via libera.
Da parte del Piemonte era arrivata al ministero la richiesta di chiarimenti su quali categorie ‘fragili’ (tra cui gli immunodepressi), tra i primi a ricevere il booster, dovessero ricevere una quarta dose. Il ministero ha risposto che su questa c’è una valutazione scientifica e l’ipotesi è che questo potrebbe essere stato letto come un via libera.
Ma, come ribadito dal ministero in una nota ufficiale, occorre il pronunciamento dell’Aifa prima di un’autorizzazione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano