13.3 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Proposta 5stelle: bus gratuiti per gli ultra 75enni e un partner per Gtt

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

La proposta è allettante ma molto costosa. Far viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici i circa centomila ultrasettantacinquenni torinesi. La volontà del Comune di Torino è emersa nel corso del vertice sui trasporti che ha visto la neosindaca Chiara Appendino confrontarsi con il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino.

La Regione offre già gratuitamente gli abbonamenti alle persone con disabilità superiore al 67% per un costo intorno  ai sei milioni di euro. Una percentuale decisamente elevata che aveva spinto la Regione a richiedere al Comune un coinvolgimento di anziani con livelli di invalidità inferiore. La nuova giunta Appendino, particolarmente attenta su questo tema, ha manifestato l’intenzione di   arrivare a una soluzione generalizzata. Ovvero mezzi gratis per tutti gli over75.

Nel corso dell’incontro il Comune di Torino ha inoltre manifestato la volontà di affidare alla controllata Gtt, supportata da un adeguato partner operativo da individuare,la gestione del nodo di Torino e del sistema ferroviario metropolitano. Il  citato partner dovrà essere in grado di gestire le linee ferroviarie in un’ottica di inegrazione ferro gomma.

Un passo che se fosse realizzato consentirebbe una boccata di ossigeno per i conti della Gtt, per il prevedibile   notevole aumento del il giro d’affari nel trasporto su ferro.

La richiesta sarà valutata in sede tecnica dalla Regione. Nel confronto sui trasporti è emersa inoltre la necessità di istituire entro settembre un tavolo tecnico sulle complesse tematiche legate alla mobilità piemontese tra i vari soggetti istituzionali coinvolti (Regione, Comune, Agenzia della mobilita’ piemontese e Gtt). Sotto la lente del confronto vi è lo stato dei trasferimenti della Regione al Comune relativi al trasporto pubblico locale (Tpl), sia per le partite pregresse, che hanno messo in difficolta’ i conti della societa’ pubblica di trasporti, che per quelle future.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano