10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Più di mille editori al Salone del Libro di Torino

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Numeri da record per l’edizione 2017 del Salone del Libro di Torino, la trentesima. Infatti sono più di mille, per l’esattezza 1070, gli editori che ad oggi hanno confermato la loro partecipazione alla Kermesse del Lingotto, in programma dal 18 al 22 maggio. Ad annunciarlo il direttore del Salone Nicola Lagioia, nel corso della conferenza stampa di presentazione.
Ad aprire la conferenza a Palazzo Carignano il neopresidente della Fondazione per il Libro, Massimo Bray. «La mia storia della vicinanza con il Salone inizia come una favola a fine luglio con una telefonata di Sergio Chiamparino e poi di Chiara Appendino. Mi hanno chiesto se avessi avuto voglia di dare una mano dopo la spaccatura che si era consumata del mondo editoriale con la nascita di un secondo evento a Milano. Il Salone in questo anno non solo è stato capace di assorbire il colpo, ma di rilanciare, rinnovarsi, aprire le finestre, e il Salone sarà il luogo in cui la frattura verrà ricomposta. 30 anni di lavoro sulla e per la cultura internazionale, Torino è orgogliosa di essere determinante per la cultura del libro».
A Nicola Lagioia invece il compito di elencare il lungo parterre di ospiti italiani e internazionali e i numerosi eventi non solo dentro i padiglioni del Lingotto ma anche fuori e oltre gli orari con concerti e spettacoli: «I pronostici dell’estate sono stati ribaltati».

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano