10.8 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Piazza San Carlo, chiesta l’audizione di Sacco in capigruppo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

C’è una richiesta da parte delle minoranze, in particolare del capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo, affinché l’assessore al Commercio Alberto Sacco venga convocato in capigruppo del Consiglio comunale di Torino, per dei chiarimenti sulle vicende processuali di Piazza San Carlo.

Sacco verrebbe ascoltato in quanto ha la delega all’Avvocatura Comunale. Infatti ora che il giudice ha decretato che la Città di Torino entrerà nel processo come “responsabile civile” per quanto avvenuto il 3 giugno del 2017 durante la finale di Champions League Juventus-Real Madrid, dove rimasero ferite oltre 1500 persone e morirono per le lesioni Erika Pioletti e Marisa Amato, bisognerà capire come procedere.

Ma cosa significa che la Città di Torino è “responsabile civile”? Lo aveva spiegato alcuni giorni scorsi proprio Stefano Lo Russo: «Tradotto vuol dire che i nostri avvocati o i consulenti legali che la Città dovrà assumere (e pagare) dovranno entrare nel processo per difendere l’operato di quelli che in fase di indagine sono stati riconosciuti aver avuto parte nell’organizzazione e nella gestione di quella serata, tra cui la sindaca Chiara Appendino». Da qui la richiesta di audizione di Sacco.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano