18.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Piazza Carducci, in un negozio di musica croci celtiche su spille e portachiavi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

L’apologia del fascismo è reato, Torino è dichiaratamente una città antifascista, eppure c’è chi si ostina a vendere oggetti che richiamano ostentatamente il Ventennio di Benito Mussolini. Senza nemmeno darsi la pena di occultare la cosa. Stiamo parlando, per esempio, di “New my music” di Claudio Annino, negozio di musica in piazza Carducci 134/B, dove il clima è familiare e sugli scaffali si trovano pezzi da collezione e successi del momento.
Ma non è tutto, perché in bella vista, subito davanti alla cassa, c’è il solito espositore di magliette, bandiere e ammennicoli vari. Molto normale ad una prima occhiata, ma se si guarda attentamente si vede che su spille e portachiavi, tra la bandiera di Londra, il ritratto di John Lennon e quello di un capo indiano, è raffigurata più volte il simbolo pereccellenza del neofascismo: la croce celtica.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano