13.1 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Piano regionale di edilizia sanitaria: 72,5 milioni. Nove vanno alle Molinette

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Approvato oggi in Consiglio regionale il piano di investimenti sugli ospedali e sui poliambulatori torinesi elaborato dalla Giunta regionale del Piemonte. Il programma prevede 72,5 milioni di euro di risorse pubbliche e contiene il primo importante stanziamento per il nuovo ospedale unico dell’Asl To5. «Si tratta di un passo molto importante – dichiara l’assessore alla Sanità Antonio Saitta – che consolida il percorso intrapreso dalla Regione Piemonte nella ripresa degli investimenti in edilizia sanitaria».
Un percorso che verrà rafforzato nelle prossime settimane, quando in Consiglio regionale sarà discusso il piano di interventi da 1,5 miliardi di euro sugli ospedali piemontesi, inclusi Parco della Salute di Torino e Città della Salute di Novara. Ora bloccato nei lavori della Commissione Sanità.
Il programma utilizza infatti una parte dei fondi stanziati dallo Stato alla Regione Piemonte nel 2001, un piano complessivo da 129 milioni di euro tra risorse statali e regionali. La Giunta regionale ha recentemente effettuato un lavoro di verifica dei lavori effettivamente compiuti e delle opere realizzate nel corso degli anni, a seguito del quale sono emerse consistenti economie negli interventi conclusi ed è emerso che diversi progetti, pur essendo stati finanziati, non erano stati realizzati. Di conseguenza, è stato predisposto un piano di rimodulazione dei fondi.
“Soddisfazione” è stata espressa dai consiglieri regionali del Pd, Paolo Allemano e Nadia Conticelli, che hanno sottolineato “l’importanza di investire sull’edilizia sanitaria dopo molto tempo”.
Il programma dei nuovi interventi prevede uno stanziamento di 46,4 milioni di euro per il nuovo ospedale dell’Asl To5, altri 9 milioni di euro all’ospedale Molinette per la ristrutturazione completa, edile e impiantistica, con fornitura di arredi e attrezzature elettromedicali, del padiglione delle cliniche chirurgiche, del blocco operatorio, della terapia intensiva e della degenza di cardiochirurgia. Su Torino sono previsti lavori per 8,3 milioni di euro all’Ospedale Martini. Adeguamenti strutturali e messa a norma nei poliambulatori di corso Corsica a Torino, di via Monginevro a Torino, di via Montanaro e di lungo Dora Savona e il riutilizzo dell’ex ospedale Maria Adelaide, per un totale di quasi 9 milioni.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano