15.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Perché nei prossimi mesi converrà investire in Bitcoin

Più letti

Nuova Società - sponsor

I Bitcoin sono la criptovaluta più conosciuta al mondo. Nati solo una decina di anni fa, grazie all’invenzione della tecnologia Blockchain, ora in poco tempo hanno catturato l’interesse del mercato finanziario e degli investitori.

Come detto, la particolarità dei Bitcoin è che non si tratta di una moneta fisica, ma virtuale. E non serve né un luogo né un intermediario per gestirli, ma tutto è affidato agli scambi peer-to-peer e a database virtuali condivisi.

Come acquistare Bitcoin

Ma tolta la curiosità dai primi tempi, i Bitcoin a circa 10 anni dal loro sbarco sul mercato continuano a interessare il pubblico. E questo principalmente per il loro valore. Infatti il Bitcoin ha raggiunto quotazioni fino a 20 mila dollari, lusingando le speranze di chi cerca investimenti che diano una buona rendita.

Certo, districarsi tra blockchain e database virtuali può incutere un certo timore a chi non è esperto. Ma proprio per questo è possibile affidarsi a piattaforme che aiutano a realizzare e gestire i propri investimenti. Nulla di più facile: basterà creare un proprio account e poi sarà possibile comprare Bitcoin con carta di credito o bonifico bancario.

Affidarsi a questi siti non solo rende più semplice la gestione della propria criptovaluta, ma anche sicura. Infatti, prima di avere accesso alla transazioni viene richiesta una verifica della propria identità evitando quindi truffatori o hacker. Senza considerare che qui è possibile anche tenere sotto controllo in tempo reale le quotazioni della valuta e ricevere consigli e imparare di più sugli scambi di criptovalute.

Perchè investire in Bitcoin entro il prossimo maggio

Negli anni il Bitcoin ha mantenuto, pur con una lieve instabilità, le sue quotazioni molto alte. Per questo è sempre conveniente investire in Bitcoin. Ma da qui a maggio potrà esserlo ancora di più. Infatti è in previsione per la prossima primavera un nuovo “Halving”, ovvero un dimezzamento della produzione della criptovaluta come già era avvenuto nel 2012 e 2016. La produzione di Bitcoin dovrebbe passare da 12,5 a 6,25 ogni 10 minuti. Nei due precedenti casi questi tagli avevano prodotto un rialzo delle quotazioni, legato alla scarsità di valuta circolante, anche del duemila per cento. E gli esperti prevedono che anche in questo caso ci si può immaginare un comportamento analogo e quindi chi entro la data dell’Halving avrà investito potrà avere un portafoglio più ricco.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano