15.9 C
Torino
giovedì, 9 Aprile 2020

Omicidio Rosboch: con Obert riprendono le ricerche della pistola di Defilippi

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Buoni spesa Torino, ecco il link per fare la richiesta online

Come aveva annunciato previsto la sindaca Chiara Appendino ci sono stati dei problemi iniziali dovuti alle troppe entrate nel sito predisposto per la richiesta...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Incendio in centro a Torino, in fiamme un negozio di fiori (VIDEO)

Le fiamme hanno avvolto il negozio di fiori sintetici, in via Santa Teresa, in pieno centro a Torino. A pochi metri da un supermercato....

Coronavirus, Caucino rettifica i dati su Rsa. Grimaldi (LUV): “Come possiamo fidarci di questo dilettantismo?”

"Ieri l'Assessora Caucino ha comunicato che i 3000 tamponi nelle RSA avevano dato 1300 risultati positivi, oggi, ha cambiato idea e, in base alla...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Riprendono nei boschi di Rocca Canavese le ricerche della pistola di Gabriele Defilippi, il giovane in carcere per l’omicidio Rosboch. Alle operazioni, condotte dai carabinieri di Ivrea, partecipa anche Roberto Obert, il complice-amante che avrebbe sepolto l’arma dopo che gli era stata consegnata da Defilippi. L’uomo, anche lui in carcere per l’omicidio, è scortato dalla polizia penitenziaria. Ad assisterlo anche il suo nuovo avvocato, Celere Spaziante. Quello della pistola è uno dei misteri che ancora avvolgono l’omicidio Rosboch. L’arma non è stata utilizzata per uccidere la prof, ma potrebbe aiutare gli investigatori a far luce su un altro delitto, quello del pregiudicato Pierpaolo Pomatto. Al momento si tratta di una ipotesi investigativa priva di riscontri. A collegare i presunti assassini della prof al secondo delitto alcune banconote fac-simile trovate accanto al cadavere di Pomatto. Le stesse che Obert dice di avere bruciato dopo che gli erano state consegnate da Defilippi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Confindustria lancia l’allarme: mai così male dal 2009

In questo particolarissimo momento storico, l’indagine congiunturale trimestrale, realizzata da Confindustria Piemonte, non può che registrare il crollo del clima di fiducia delle imprese...

Coronavirus, a Torino usati 210 mila euro di buoni spesa

A Torino sono stati utilizzati 8.200 buoni spesa, distribuiti nei giorni scorsi alle famiglie in difficoltà per l'emergenza Coronavirus. I dati sono stati presentanti dall'assessore...

Coronavirus, Codacons presenta esposto in Procura: “Sulle morti accertare le responsabilità e punire i colpevoli”

Sui morti da coronavirus registrati in Piemonte (1.378 fino ad oggi) il Codacons presenta oggi un esposto alle Procure della Repubblica di Torino, Asti,...

Burgio, tutta la verità sul Coronavirus

Il medico Ernesto Burgio in una intervista a Business Inside, si esprime su diversi punti della pandemia Coronavirus che ha colpito e sconvolto il...

Coronavirus, in Piemonte, salgono le guarigioni. 68 i decessi

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test...
- Advertisement -Nuova Società - sponsor