13 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Novara, scoperta una discarica abusiva

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

C’era di tutto nella piccola discarica abusiva venuta alla luce nei giorni scorsi dopo le piene dell’Agogna. Il fiume del novarese infatti, in seguito alle abbondanti piogge si è ritirato portando in superficie un gran numero di rifiuti che si estendono per circa 500 metri sugli argini del corso d’acqua all’altezza del depuratore di via Generali. Tanti i resti dell’inciviltà tra il groviglio di rami e sterpaglie: motori di motociclette, una Vespa ET3 125 Primavera, una Honda di cui è possibile leggere ancora il numero di telaio, e poi ancora ferro, fusti di plastica pieni di liquami, eternit, pneumatici, portiere di auto, ammortizzatori, marmitte e serbatoi.
Secondo un funzionario dell’Assa, (la società che gestisce i rifiuti di Novara), avvisato da un cittadino preoccupato, non si può parlare di emergenza ambientale e il terreno sul quale sorge la piccola discarica, apparterrebbe ad un privato.
L’area, come spiega Riccardo Basile, in passato ospitava forse una capanna per la caccia. Ora, si dovrà risalire all’eventuale proprietario del terreno tramite visura catastale. Seguirà l’emissione di un’ordinanza di ripristino dei luoghi per un costo di 40 mila euro.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano